Dinàride trasloca

Un piccolo, complicato, regalo per Pasqua. Sono passato a WordPress.org, cioè a un vero sito. Erano mesi che lo tenevo nel cassetto, ma è venuto il momento di uscire allo scoperto. Finalmente è uscito il primo, vero articolo, su dinaride.it

2017-04-16 17_16_02-Dinaride. – Cose telluriche, luoghi, percorsi

Vi invito a visitarlo. Sto lavorando sul trasferimento del blog o almeno dei follower, ma voi potete portarvi avanti. Per iscriversi basta un clic!

Continua a leggere

Distanze/Direzioni

[segue da “Mondo/Terra”, qui]

Non è speculazione astratta, è un fatto fisico e non solo mentale o elettronico. In un unico mondo le vere distanze sono diverse da quelle che appaiono nelle carte, non hanno chilometraggi. Il mondo di oggi sembra piccolo e piatto, ma è grande e sferico, anzi, ha più dimensioni. Sono solo invisibili, perché viviamo in Flatlandia, il piattume della velocità, del consumismo e della saturazione. Non riusciamo a vedere le connessioni reali, e lasciandoci guidare dalle vecchie carte piatte facciamo viaggi su rotte ormai sature e ridondanti. Ma parti insondabili del nostro mondo poggiano ancora sui carapaci delle tartarughe: oggi, svaniscono le distanze ma crescono le direzioni. Non c’è una mappa per queste esplorazioni.

crossroads

[Prosegue qui]

 

Il geografo Guccini

Non sono abituato né titolato a scrivere di musica ma farò un’eccezione per Guccini, un po’ per affetto e un po’ per gratitudine.

Guccini è un bestione affabile dal vocione tonante e la camicia a quadri, uno che non si smuove dal suo rifugio in Appennino e si vanta di spingersi raramente oltre Sassuolo. Per lui, ce l’ha ribadito infinite volte, viaggiare è inutile. Eppure è il cantautore che, più di ogni altro, mette in musica la geografia. Vediamo in che senso.
91zspcj5yal-_sl1500_
Continua a leggere