Chiosco abusivo con vista sul Kosovo. 2.

(prosegue da qui)

Eppure i volti straordinariamente cordiali, i modi rilassati di certi frequentatori dei caffè, raccontano di una vita parallela che sembra fregarsene di tutto questo, sospesa in una dimensione inafferrabile. E se c’è un posto dove questa proprietà è inconfondibile questo è senz’altro la vecchia Prizren. Continua a leggere

Chiosco abusivo con vista sul Kosovo

Punto di vista parziale su un angolo misconosciuto dei Balcani. In due atti.

collagekosovo

In piena notte al limitare del bosco l’oscurità è quasi completa, brillano solo una miriade di lucciole e, più lontano, due lampadine tremolanti attaccate a un ramo. Stretta nel cono di luce, una piccola selva di lattine per lo più vuote sta in piedi precaria su un tavolo storto, mentre una bottiglia di rakija passa rapidamente di mano in mano. Intorno, le masse scure di un gruppo di commensali che ride e – chi ce l’ha – fa tintinnare i bicchieri. Continua a leggere

Nella foresta ubriaca (Meet Your Landscape)

La scorsa estate ho partecipato al progetto MYL – Meet Your Landscape (link). Un gruppo di screanzati ha sfidato il solleone e la vista abbacinante del Brenta per preparare una mostra che facesse parlare il paesaggio. Ho presentato anch’io il mio lavoro, andato in scena con la collaborazione e  l’aiuto del fotografo Pietro Cavagna.

dsc_0216rid Continua a leggere

Trento, città pigra.

A una svendita di libri della Biblioteca ho trovato una guida rossa del Touring tutta sgualcita, di epoca fascista. “Venezia Tridentina e Cadore”, recita il titolo, le pagine ingiallite frusciano e mandano un lieve odore di muffa. Mi coglie subito il sospetto che questo libro mi accompagnerà ancora, nei miei saliscendi per questa terra che frequento da più di un anno. Nella pagina con la mappa di Trento c’è un quadrifoglio, ancora verde, lo stelo rigido, le foglie piegate all’insù.

dsc_2245b Continua a leggere